0

Installare android su PC

Benché l’Android dilaghi ormai ampiamente su cellulari, tablet e tv, la vera novità è l’esordio sui Pc. Vedremo pertanto in questa guida come installare sul vostro personal computer il sistema Android, che è ormai una realtà sviluppata e presente nei dispositivi elettronici di ultima generazione. Android Honeycomb è difatti un ottimo sistema operativo che sarà presto surclassato dal recente Android 4.0 Ice Cream Sandwich (particolarmente idoneo all’installazione su dispositivi quali netbook).

Oggi è possibile, senza dover necessariamente acquistare un tablet, avere l’Android sul pc. Come? È molto semplice, grazie al nuovo Android-X86.

Questo progetto totalmente open consente l’utilizzo dell’Android, in molte versioni, sul pc. I risultati ottenuti nell’installazione e conseguente avvio sono veramente formidabili.
L’installazione può essere effettuata su Pc desktop e Notebook, ma anche sui Netbook anche se ovviamente il risultato complessivo mostrerà prestazioni ridotte per i motivi ovvi.
Occorre inoltre l’ISO della piattaforma da noi prescelta; uno spazio capiente almeno di 5GB, una connessione ad internet necessaria in primo luogo al download dell’ISO.
Preferibile è avere a disposizione una connessione Wi.Fi, al fine di verificare l’Android al termine.

Scarica Android X86

Alcuni consigli:

1. Se non avete mai provato ad installare sistemi operativi e non avete molta dimestichezza con i personal computer e software, fatevi aiutare da qualcuno e non destreggiatevi da soli, poiché le modifiche fatte potrebbero essere permanenti.
2. Prima di operare, è consigliabile, per esperti e non, di effettuare una copia di back-up in modo tale da avere tutti i dati importanti salvati senza correre inutili rischi.
3. Utilizzare software buoni per la ripartizione, scegliere quindi MiniTool Partition Wizard oppure GParted 0.10.
Come procedere? La prima cosa da fare è effettuare la partizione per lo spazio da dedicare esclusivamente ad Android.
Ricordiamo che creare una partizione può causare una perdita irreversibile di dati, pertanto ricordate di effettuare una frammentazione. Inoltre chi decidesse di installare Android sul portatile, lo lasci in carica, onde evitare possibili spegnimenti.

Sopra abbiamo indicato alcuni dei software utilizzabili per la partizione, GParted è veloce, gratuito e molto semplice da utilizzare.

A seguire, sarà necessario scaricare l’immagine ISO di Android direttamente sul proprio pc, scegliendo ovviamente la versione più adatta. Infatti, come vedremo cercando in internet, ci sono diverse ISO per ogni versione. Questo perché ognuna di esse è destinata ad un particolare sistema di lavoro quindi avremo ad esempio –eeepc oppure –asus_laptop. Ovviamente scegliere in base al vostro pc.

L’immagine ISO ci servirà e potremo o scaricare un programma come UNetbootin che ci permette di copiare l’immagine sulla pen drive senza dover masterizzare il cd (Programmi di questo tipo consentono di creare delle versioni live USB trasferibili comunque anche su una scheda SD) oppure in alternativa se preferite, masterizzare il cd e lasciarlo nel lettore.
All’avvio partirà cosi la schermata di caricamento di Android, a seguire dovremo poi scegliere le varie opzioni. In primis dovremo decidere se provare Android in Live (quindi senza andare a modificare il sistema operativo principale) oppure se volete installare Android nell’Hard disk.

Scelto questo, procediamo all’installazione.
Avendo seguito passo passo la guida dovrete ora avere una lista sd e un numero di fianco seguito da un nome tipo Linux o Windows. Ora, ricordando quanto fatto in precedenza, ci occorrerà sapere il numero di partizione creata.

Una volta selezionato questo dove scrivere il sistema andrete a scegliere un formato e dare l’Ok.
A questo punto, vi sarà chiesto se si vuole procedere creando un GRUB (altro non è che un software che permette all’accensione del pc di scegliere il sistema operativo, quindi parliamo di multiboot).

Se per caso, possediamo già una partizione di questo tipo, cliccheremo soltanto su “skip” per andare avanti. Altrimenti, GRUB è una soluzione ottimale.
Successivamente apparirà la schermata di installazione con una durata di circa dieci minuti.

Scegliendo “si”, quindi nella maggior parte dei casi, il sistema vi chiederà se riavviare oppure eseguire Android. A tal proposito è bene ricordare che dopo l’installazione di un qualsiasi tipo di software nuovo nel dispositivo, è una scelta appropriata riavviare.

Al riavvio ovviamente dovrete scegliere se il vostro Windows o il nuovo Android, appunto farete partire quest’ultimo. Una volta caricato, ecco a voi il nuovo sistema installato e pronto all’uso.

Piccola annotazione: il layout della tastiera non è italiano bensì americano pertanto ci sono delle differenze che concernono accenti e vari simboli che non troverete lì dove sono.
Buon divertimento!

admin

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *